Comunicati Stampa - Sergio Pirozzi

Terremoto: Pirozzi, giornata alfabetizzazione sismica di INGV evento importante, onorato di partecipare tra i tecnici

19/01/2019

«Sono onorato di partecipare alla giornata di domani 20 gennaio dedicata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia all’alfabetizzazione sismica. È un tema fondamentale per la prevenzione, per il quale mi sono sempre battuto negli ultimi due anni e mezzo e che dovrebbe estere esteso a tutte le regioni a rischio, prendendo spunto dalla Legge Regionale che ho presentato e che il Consiglio Regionale del Lazio…


«Sono onorato di partecipare alla giornata di domani 20 gennaio dedicata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia all’alfabetizzazione sismica. È un tema fondamentale per la prevenzione, per il quale mi sono sempre battuto negli ultimi due anni e mezzo e che dovrebbe estere esteso a tutte le regioni a rischio, prendendo spunto dalla Legge Regionale che ho presentato e che il Consiglio Regionale del Lazio ha approvato all’unanimità. Ringrazio il Professor Carlo Doglioni, presidente di INGV, per avermi invitato a partecipare alla tavola rotonda che si terrà domani alle 11 presso la loro sede a Roma, composta da numerosi tecnici esperti e addetti ai lavori. Per scongiurare le catastrofi invece di piangerle, politici e tecnici devo iniziare a lavorare insieme».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Terremoto: Pirozzi, illustrate a Crimi norme che semplificano ricostruzione

15/01/2019

«Ringrazio il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Vito Crimi per il proficuo incontro che abbiamo avuto oggi presso gli uffici di Rieti del Commissario alla Ricostruzione. Durante l’incontro ho avuto modo di illustrare a Crimi le norme che velocizzano la ricostruzione sono già previste dalla Legge Regionale che ho presentato e che è stata approvata all’unanimità, che auspico vengano adottate anche per le altre regioni….


«Ringrazio il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Vito Crimi per il proficuo incontro che abbiamo avuto oggi presso gli uffici di Rieti del Commissario alla Ricostruzione. Durante l’incontro ho avuto modo di illustrare a Crimi le norme che velocizzano la ricostruzione sono già previste dalla Legge Regionale che ho presentato e che è stata approvata all’unanimità, che auspico vengano adottate anche per le altre regioni. Ho inviato a Crimi il testo della legge, per gli approfondimenti del caso. Ho inoltre chiesto un codice unico per la ricostruzione che sia univoco per le quattro regioni e la differenziazione del cratere con procedure più veloci per i comuni che hanno avuto la distruzione. Su questi punti c’è stata la disponibilità del sottosegretario. Ho inoltre portato all’attenzione di Crimi che la zona urbana franca speciale, da poco rinnovata dal governo, andrà migliorata includendo le Sas, le Srl e le Snc, e vincolando le agevolazioni alle aziende che investono nei territori che hanno avuto la distruzione, per evitare concorrenza sleale.  A margine del tavolo istituzionale, ho inoltre consegnato a Crimi le circa mille foto inviate dai cittadini che chiedono che i soldi raccolti attraverso gli sms solidali vengano destinati direttamente ai comuni».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Terremoto: Pirozzi, su area per nuovo ospedale Grifoni mi aspetto che dica la sua anche Trump

28/12/2018

«”E intanto il tempo se ne va, tra i sogni e le preoccupazioni”. Le parole di Adriano Celentano rappresentano perfettamente uno scontro politico non accettabile, sulla pelle della comunità colpita dal terremoto del 2016. Il tempo passa e si sta artificialmente ancora parlando di dove verrà ricostruito l’ospedale Grifoni di Amatrice. Prima un certo numero di Sindaci partirono all’ attacco durante la campagna elettorale, per…


«”E intanto il tempo se ne va, tra i sogni e le preoccupazioni”. Le parole di Adriano Celentano rappresentano perfettamente uno scontro politico non accettabile, sulla pelle della comunità colpita dal terremoto del 2016. Il tempo passa e si sta artificialmente ancora parlando di dove verrà ricostruito l’ospedale Grifoni di Amatrice. Prima un certo numero di Sindaci partirono all’ attacco durante la campagna elettorale, per mettere in difficoltà il sottoscritto. Adesso ci si mette il neocommissario Farabollini che vuole vedere “chiaro”. Mi aspetto che tra un po’ dica la sua anche Donald Trump con uno dei suoi famosi tweet e che Salvini, Di Maio e Zingaretti facciano un post su Facebook. Una cosa però è certa: l’area dove si ricostruirà il Grifoni è stata ritenuta idonea dalla Regione Lazio, competente sulla sanità. Solo in caso contrario si poteva prendere in considerazione una eventuale altra area. Un dato però è oggettivo: ad oggi non c’è un progetto, ad oggi si continua ad a poter contare solo sul Pass, ad oggi si continua a fare propaganda sulla pelle di chi come noi ancora vive in queste terre. A proposito a quando la discussione su dove verrà ricostruito l’Istituto Alberghiero?. Ultima annotazione: Facciamo la voce “Grossa” in Europa, cosi ci raccontano, e poi telefoniamo all’ ambasciata tedesca per chiedere delucidazioni dopo 16 mesi? Che figura, sarebbe bastato telefonarmi: 338 40… In Germania stanno ridendo di noi. Ho creduto che la politica fosse un luogo privilegiato, dove fare scelte sensate. Purtroppo non sempre è così. Forse vogliono far terminare la canzone di Celentano con le parole “E’ inutile suonare qui non ti aprirà nessuno…”, ma non lo permetteremo».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Lazio: Pirozzi, per le attività economiche dei comuni montani aliquota IRAP ridotta del 20%

19/12/2018

«Grazie all’emendamento alla manovra di bilancio in discussione alla Regione Lazio, a partire dal 2019 tutto un settore fragile e dimenticato da troppo tempo, quello delle attività economiche dei comuni montani, tornerà ad avere ossigeno. In origine, la proposta della giunta avvantaggiava solo le grandi aziende, adesso, con la mia iniziativa invece, le attività dei settori del commercio al dettaglio, della ristorazione e dell’artigianato operanti…


«Grazie all’emendamento alla manovra di bilancio in discussione alla Regione Lazio, a partire dal 2019 tutto un settore fragile e dimenticato da troppo tempo, quello delle attività economiche dei comuni montani, tornerà ad avere ossigeno. In origine, la proposta della giunta avvantaggiava solo le grandi aziende, adesso, con la mia iniziativa invece, le attività dei settori del commercio al dettaglio, della ristorazione e dell’artigianato operanti nei 175 Comuni del Lazio interamente montani, godranno di una riduzione dell’aliquota Irap pari allo 0,92% (circa il 20% in meno rispetto all’anno precedente). I comuni montani rappresentano quasi il 50% di quelli del Lazio, una realtà importante, con delle specificità che richiedono attenzioni dedicate, che finora non ci sono mai state. Per fare buona politica, al servizio dei cittadini, cominciando dai più deboli, non servono miracoli, ma solo la volontà di mantenere le promesse fatte ai cittadini».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Terremoto: Pirozzi, proposta Casellati su commissione d’inchiesta rischio idrogeologico trasferisce in parlamento i miei allarmi

18/12/2018

«Finalmente non sono più il solo a lanciare l’allarme sulla prevenzione rispetto al dissesto idrogeologico. La proposta della presidente del Senato, Elisabetta Casellati, di istituire una commissione parlamentare che mappi i luoghi a rischio, è la trasposizione a livello parlamentare del modello applicato con la commissione che ho l’onore di presiedere e per la quale mi sono battuto in sede d’istituzione perché avesse il più…


«Finalmente non sono più il solo a lanciare l’allarme sulla prevenzione rispetto al dissesto idrogeologico. La proposta della presidente del Senato, Elisabetta Casellati, di istituire una commissione parlamentare che mappi i luoghi a rischio, è la trasposizione a livello parlamentare del modello applicato con la commissione che ho l’onore di presiedere e per la quale mi sono battuto in sede d’istituzione perché avesse il più ampio mandato possibile in materia di rischi ed emergenze. Ma è anche la trasposizione degli allarmi che da sempre lancio in ambito regionale. Inascoltato, finora. Ho chiesto da sempre che si aggiornassero le mappe del rischio idrogeologico, che nel Lazio sono ferme al 2007, per evitare che si intervenga sempre a cose fatte. Senza una mappatura aggiornata, è impossibile intervenire per tempo sulle situazioni più gravi, sui “codici rossi” in materia ambientale. Vedremo adesso se il parlamento e il governo mostreranno una maggiore sensibilità in materia di rischio idrogeologico di quella vista finora da parte della Regione Lazio. Trasmetterò alla presidente Casellati il testo della legge da me presentata in materia di prevenzione del rischio sismico, approvata poche settimane fa dal consiglio regionale, che dimostra come si possono prevenire le catastrofi, spendendo meno di quanto si farebbe affrontando l’ennesima emergenza».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Sanità: Pirozzi, presentata interrogazione su allarmanti voci smantellamento laboratorio di analisi ospedale di Rieti

12/12/2018

«Da giorni circolano allarmanti voci di un’imposizione da parte della Regione Lazio alla ASL di Rieti, riguardo allo smantellamento del laboratorio di analisi dell’ospedale De Lellis di Rieti. Voci che a una prima verifica informale non trovano né conferme né smentite. Visto che, se confermato, si tratterebbe di un fatto grave, che impoverirebbe la qualità del servizio sanitario della provincia di Rieti, ho depositato oggi…


«Da giorni circolano allarmanti voci di un’imposizione da parte della Regione Lazio alla ASL di Rieti, riguardo allo smantellamento del laboratorio di analisi dell’ospedale De Lellis di Rieti. Voci che a una prima verifica informale non trovano né conferme né smentite. Visto che, se confermato, si tratterebbe di un fatto grave, che impoverirebbe la qualità del servizio sanitario della provincia di Rieti, ho depositato oggi un’interrogazione rivolta al presidente Zingaretti e all’assessore D’Amato sull’argomento. Per garantire ai lavoratori del comparto e ai cittadini una chiarezza sul futuro di un servizio fondamentale».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


TMB Salario: Pirozzi, chiusura immediata e definitiva

11/12/2018

«Chiusura immediata e definitiva. È l’unica risposta possibile al rischio che l’intera città di Roma ha corso stamattina». Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.


«Chiusura immediata e definitiva. È l’unica risposta possibile al rischio che l’intera città di Roma ha corso stamattina».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Lazio: Pirozzi, su bandi per fondi UE tempi di presentazione progetti impossibili

«La lentezza della spesa nella nostra Regione, non è purtroppo l’unico problema che affligge la gestione dei fondi europei da parte della Giunta Zingaretti. Il basso tasso di spesa del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale pari al 4% e quello del Fondo Sociale Europeo pari al 9%, sono la conferma matematica del fatto che, la gestione dei fondi comunitari fatta dalla Regione Lazio, è quantomeno…


«La lentezza della spesa nella nostra Regione, non è purtroppo l’unico problema che affligge la gestione dei fondi europei da parte della Giunta Zingaretti. Il basso tasso di spesa del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale pari al 4% e quello del Fondo Sociale Europeo pari al 9%, sono la conferma matematica del fatto che, la gestione dei fondi comunitari fatta dalla Regione Lazio, è quantomeno molto discutibile, ma non è l’unico problema. Anche la gestione dei bandi infatti ha dei lati opachi. Recentemente Zingaretti ha annunciato l’emanazione di un bando pubblico destinato alla terza età, con un finanziamento di 2,5 milioni di euro, destinati a comuni del Lazio per sostenere progetti, iniziative e attività nei centri anziani favorendo la socializzazione, l’incontro e la vita di relazione. Il bando denominato “Progetto TE”, approvato con Determinazione G15105/2018, prevedeva però appena undici giorni (di cui due domeniche) per elaborare il progetto e presentare la domanda. Infatti il bando è stato pubblicato in data 29/11/2018 sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio mentre i termini di scadenza per la presentazione della domanda scadevano il 10 dicembre. Una scelta di tempi che suscita molte perplessità, perché rende praticamente impossibile elaborare progetti di qualità, a meno che non ce ne fossero già pronti nei cassetti. Un’ipotesi che, se confermata, lascerebbe la porta al dubbio che qualche fortunato sapesse in anticipo del bando Sarebbe stato più corretto e trasparente lasciare aperta la finestra temporale per un periodo più lungo, per consentire a un maggior numero di comuni di partecipare permettendo così una selezione tra un ventaglio di proposte più ampio. Di tutto questo cosa ne pensano gli organi deputati al controllo di primo e secondo livello?».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Lazio: Pirozzi, narrazione di Zingaretti sui fondi UE smentita dai dati ufficiali della Commissione Europea

10/12/2018

«I dati ufficiali della Commissione Europea (OpenCohesion) sulla spesa dei fondi comunitari della Regione Lazio, raccontano una realtà profondamente diversa da quella narrata stamattina da Zingaretti. La lentezza della spesa dei fondi, viene mascherata diffondendo dati sull’impegno delle risorse. Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) dispone di una dotazione di 969 milioni di euro a fronte dei quali la Regione ha speso appena 36…


«I dati ufficiali della Commissione Europea (OpenCohesion) sulla spesa dei fondi comunitari della Regione Lazio, raccontano una realtà profondamente diversa da quella narrata stamattina da Zingaretti. La lentezza della spesa dei fondi, viene mascherata diffondendo dati sull’impegno delle risorse. Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) dispone di una dotazione di 969 milioni di euro a fronte dei quali la Regione ha speso appena 36 milioni di euro, pari al 4%. Una prestazione inferiore addirittura a quella delle Regioni del Mezzogiorno, dove la percentuale media di spesa del FESR è molto più alta che nella Regione Lazio. Per il Fondo Sociale Europeo (FSE) la dotazione ammonta a 902 milioni di euro e anche in questo caso la spesa effettivamente realizzata è bassa, 85 milioni di euro, ovvero il 9% del totale di fondo. Per il Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale (FEASR) la dotazione è di 822 milioni di euro e la spesa realizzata ammonta a circa il 19% mentre per le altre Regioni più sviluppate la percentuale media è di circa il 25%. Preoccupato per la gravità della situazione dei fondi europei nella Regione Lazio il Commissario europeo per la politica regionale, Corina Cretu, il 10 maggio 2018 si presentata negli uffici di Zingaretti per sollecitare una accelerazione ed offrire il supporto della Task Force di Bruxelles. Da questi numeri, appare evidente che, al netto della narrazione pre-elettorale, la gestione da parte della Regione Lazio dei fondi UE, rallenta lo sviluppo e mette in pericolo l’esistenza di molte imprese della nostra regione».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione (Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione) del Consiglio Regionale del Lazio.

Leggi di più  Scarica il PDF  


Pontina: Pirozzi, drammi come questo si evitano con prevenzione e con il contributo di tutta la classe politica

25/11/2018

«Quella della Pontina è una -speriamo ancora mancata- tragedia che si poteva evitare. Non possiamo continuare ad assistere alle conseguenze degli eventi naturali, ma dobbiamo intervenire in modo che non si trasformino sempre più spesso in drammi. La parola chiave di questa vicenda non è “autostrada (che con un terreno cedevole avrebbe avuto lo stesso problema), ma “prevenzione”. Prevenzione deve diventare la parola chiave sulla…


«Quella della Pontina è una -speriamo ancora mancata- tragedia che si poteva evitare. Non possiamo continuare ad assistere alle conseguenze degli eventi naturali, ma dobbiamo intervenire in modo che non si trasformino sempre più spesso in drammi. La parola chiave di questa vicenda non è “autostrada (che con un terreno cedevole avrebbe avuto lo stesso problema), ma “prevenzione”. Prevenzione deve diventare la parola chiave sulla quale puntare ed investire da qui ai prossimi anni. Come abbiamo fatto due giorni fa approvando all’unanimità in Consiglio Regionale l’innovativa legge che ho presentato che stanzia subito 7,7 milioni di Euro sulla prevenzione sismica. Dobbiamo fare lo stesso per qualsiasi altra criticità, compreso il dissesto idrogeologico, che nel Lazio è diventata una grandissima emergenza. La Commissione che presiedo sin da subito si è messa al lavoro su questi temi, ma come sul terremoto, per tutti i fenomeni naturali, occorre il contributo di tutti affinché questi drammatici eventi non si ripetano».

Lo dichiara in una nota Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione – Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione

Leggi di più  Scarica il PDF  


Contatti stampa

Per contattare l'ufficio stampa utilizzare l'email che trovate di seguito.

Realizzato da: